sabato 31 luglio 2010

Mine vaganti e altre storie italiane



Sono già in vendita i biglietti per le proiezioni del festival cinematografico Espoo Cinè.
Diverse le produzioni e coproduzioni italiane partecipanti.
Ritorna Özpetek, presente anche nell'edizione dello scorso anno con "Un giorno perfetto".
A differenza delle sue precedenti pellicole, Mine vaganti è ambientata nel Salento. Interessante la colonna sonora ed in modo particolare 50mila il brano che accompagna il promo.

Nel programma del festival c'è anche il documentario Draquila sul terremoto abruzzese, La Pivellina sul mondo degli artisti circensi e L'uomo che verrà girato in dialetto bolognese.

Avreste film da suggerire (italiani o stranieri) tra quelli in programma?


venerdì 30 luglio 2010

Pasta alla carbonara della nonna

A leggere le ricette finlandesi, sembra che uno degli ingredienti tipici della pasta alla carbonara sia la panna. Nel supermecato ho notato che tra i vari cibi precotti da riscaldare nel forno microonde c'era anche la pasta alla carbonara della nonna (mummon pasta carbonara).
Non ricordo gli ingredienti ma sulla confezione risaltava a chiare lettere la dicitura "Aitoa Amerikan pekonia" (autentico bacon americano).

L'uso della panna nella pasta alla carbonara è avvalorato anche dalla spiegazione fornita da un dizionario enogastronomico (italiano-finlandese) in cui gli autori suggeriscono che nella vera carbonara non ci va la panna e continuano precisando che al bacon sarebbe preferibile il guanciale o la pancetta.

Nel libro sono tradotti e spiegati in lingua finlandese tutta una serie di termini legati alla gastronomia italiana (regionalismi inclusi).

Riporto la traduzione relativa ad alcuni prodotti pugliesi.

lampascione: töyhtöhelmililja, jonka sipulia käytetään Apuliassa, kuin salottisipulia, mutta pitkällisen liottamisen ja keittämisen jälkeen; raakana se on äärettömän kitkerä

cartellate: valkoviiniä sisältävästä taikinasta tehtyjä, rasvassa keitettyjä ruusukkeita, jotka kostutetaan makealla viinillä tai hunajalla. Tyypillinen joulunajan jälkiruoka Apuliassa.

cardoncello: 1) villiohdake, 2) kuningasosterivinokas, arvostettu sieni, joka kasvaa ohdakkeiden lähdistöllä.

Non mancano altre specialità da tutta la penisola come la pastiera, i canederli, la carta da musica, gli scialatielli, le pettole, i pansotti (tanto per citarne alcuni).

Il dizionario è rivolto ai finlandesi appassionati di cucina italiana che vorrebbero districarsi nel dedalo di termini presenti nelle ricette o nel menu di un ristorante.

Per chi fosse interessato, si tratta del libro "Italian keittiöiden aakkoset" scritto da Andreo & Katrina Larsen.


giovedì 29 luglio 2010

Il lumacone


In finlandese si chiama ukkoetana
Mi sono imbattuto nell'esemplare in figura durante una passeggiata. Misurava circa 14 centimentri e aveva quasi attraversato (indenne) una stradina di campagna.
Ufficialmente si chiama Limax cinereoniger ma non ho trovato alcun nome italiano specifico.
Confido in un malacologo (??) di passaggio.

lunedì 26 luglio 2010

Di sgabelli, pantofole e carretti


L'estate italiana è caratterizzata dalla presenza di centinaia di sagre ed eventi organizzati su tutto il territorio. Dalla sagra della trippa , a quella della melanzana passando per quella dell'anguria.

L'estate finlandese si contraddistingue per le decine di festival, mercatini e competizioni bizzarre.
Specialmente nell'organizazzione di "eventi sportivi" non manca la stravaganza e la fantasia.

Proverei a raggruppare questi eventi ludico-sportivi in quattro diverse categorie: con la palla, trasporto, lancio. Non ho ancora trovato un nome adatto per quarta che considererò come una categoria jolly.

Rientrerebbero per esempio in quelli con la palla eventi come il calcio nella palude (suofutis), la pallavolo nella palude (suolentis), la palla elefante (norsupallo), il calcio in pantofole (reiskafutis).
Della categoria "da trasporto" farebbero parte la famosa corsa con la moglie in spalla (eukonkanto) e il "trasporto del vecchio" (äijänkärräys).
Tra quelli "da lancio" ci sono il lancio del cellulare (kännykänheitto), il lancio dello stivale (saappaanheitto), il lancio dello sgabello per la mungitura (lypsyjakkaranheitto).
Nella categoria jolly farei rientrare eventi come l'aerochitarra (ilmakitara).

Avevo già segnalato alcune di queste competizioni in precedenza quindi accennerò brevemente al resto.

Il suolentis viene organizzato per la prima volta a Pieksämäki nel 2002. Nel 2004 il primo campionato mondiale disputato ad Haukivuori ( qui alcune immagini).

Il norsupallo si gioca a Savonlinna. Si trovano qui le regole (in inglese) e un video sul alcune fasi di una partita.

Il campionato mondiale di reiskafutis (detto anche tossufutis) si organizza a Vesanto. Il termine reiska è il nomignolo con cui vengono chiamate le reino ovvero il modello di pantofole finlandesi maschili più diffuso. Le donne calzano invece le aino. Le squadre dunque si sfidano in pantofole accompagnate dal suono della vuvuzela (qui un video dall'ultima edizione).

I campionati nazionali di lancio dello sgabello da mungitura si tengono a Varkaus. Il record maschile dovrebbe essere di 25.60 metri mentre quello femminile di 17.33. Qui alcune immagini di una vecchia edizione.

Il campionato mondiale äijänkärräys viene organizzato a Ruokolahti. A differenza dell'eukonkanto, in questa gara è alla donna che viene affidato il compito più faticoso. Deve infatti spingere il tradizionale carretto da latte contenente l'uomo. Anche in questo caso un video vale più di mille parole.

E' evidente che in queste tipo di gare, dove si incontrano tradizione e modernità, la componente ludica prevale su quella agonistica.
La parola d'ordine è divertirsi e godersi l'atmosfera festosa.


giovedì 22 luglio 2010

Accessorio per mökki


Rieccomi a distanza di un mese. Lavoro, vacanze e il caldo mi hanno tenuto lontano da queste lidi virtuali.
Le città sono vuote. In molti si sono trasferiti nei (kesä)mökki (di proprietà o in affitto) a godersi questa calda estate.
Tempo fa mi ha incuriosito un oggetto in vendita tra gli accessori per mökki in un negozio di una catena commerciale. Il nome dell'accessorio era juomakatiska.
La katiska è una rete metallica per catturare i pesci. Le dimensioni della juomakatiska in vendita erano circa un terzo della katiska in figura.


Vi lascio con una domanda non impegnativa. A cosa servirà mai una juomakatiska?