venerdì 29 giugno 2012

giovedì 28 giugno 2012

In caso di bisogno



Un dettaglio dei bagni del centro commerciale Kluuvi (Helsinki). Non è il solo dettaglio curioso.

mercoledì 27 giugno 2012

Lettera da Helsinki

Tra i video pubblicati nel canale ufficiale YouTube dell'Istituto Luce, ce ne sono diversi dedicati alla Finlandia. Si parla di guerra, sport e arte in un arco di tempo che va dagli inizi dalla metà degli anni anni '30 fino agli inizi degli anni '50 del secolo scorso.




Tra i filmati di sport e costume vorrei anche segnalare:
- la cerimonia di apertura dell'Olimipiade di Helsinki nel 1952 (con Paavo Nurmi ultimo tedoforo);
- il freddo non è un'opinione, i bagni dei finlandesi nell'acqua gelata;
- l'uomo più alto del mondo, Väinö Myllyrinne;

Tra i notiziari sulla guerra tra finlandesi e sovietici segnalerei:
- notiziario dal fronte di Carelia (i danni causati dal bombardamento sovietico a Viborg);
- notiziario dal fronte
- la guerra in Finlandia (con immagini di Helsinki dopo un bombardamento sovietico);
- aspetti di una città finlandese: vittima di bombardamenti aerei (Viipuri/Viborg e parte della Carelia divennero territorio sovietico alla fine della guerra).
- dal fronte settentrionale azioni di truppe finniche

domenica 24 giugno 2012

Torta al rabarbaro e fragole

Giugno oltre ad essere il mese dell'estate e quello in cui si cominciano a vedere le prime bancarelle di frutta nei luoghi di maggior passaggio pedonale. Sulle bancarelle si trovano generalmente bacche, fragole e piselli.
I primi di giugno sono pronte per la raccolta anche le piante di rabarbaro molto diffuse negli orti finlandesi.

Di conseguenza non mancano le ricette di alimenti che includono il rabarbaro tra gli ingredienti principali. Si va, per esempio, dal gelato al rabarbaro (raparperijäätelö), al succo di rabarbaro (raparperimehu) oppure alle tradizionali torte al rabarbaro (raparperipiirakka).

Mi piacciono le torte di rabarbaro. Qui volevo però segnalare una ricetta di una torta a base di rabarbaro e fragole (mansikka-raparperipiirakka). La ricetta è in finlandese ma se a qualcuno interessa potrei tradurla in italiano.
Consiglierei di gustare la torta con del gelato o della salsa alla vaniglia.

Prima della cottura in forno


 Dopo la cottura in forno 



Un attimo prima della degustazione

 


sabato 23 giugno 2012

Malìe di mezza estate


Un tempo si credeva che Juhannus fosse un giorno magico, ricco di suggestioni, il periodo propizio per aprire un varco nel proprio futuro alla ricerca dell'altra metà del cielo e della felicità terrena.

Non stupisce dunque l'enorme mole di malìe e superstizioni legate al solstizio estivo. Protagoniste di questi incantesimi erano spesso ragazze in età da marito, secondo una definizione oggi desueta.

Anche per le ragazze desiderose di sposarsi e mettere su famiglia l'arrivo di Juhannus rappresentava forse anche la speranza di una nuova vita insieme alla persona amata.

Secondo una vecchia credenza, le ragazze in età da matrimonio in cerca del futuro marito durante la notte della vigilia di Juhannus dovevano rotolarsi completamente nude nei campi di segale delle fattorie dove vivevano ragazzi oggetto del loro desiderio.

Affinchè un ragazzo di innamorasse di lei, una ragazza si doveva recare di nascosto durante la notte di Juhannus nel campo di segale della casa del ragazzo e corrervi senza essere vista da nessuno. Subito dopo che il ragazzo avesse mangiato il pane fatte dalla segale del campo, avrebbe cominciato a desiderare ardentemente la ragazza ammaliatrice.

Queste sono solo alcune delle magie del solstizio estivo. Mi chiedo se nel corso dei secoli passati abbiano mai funzionato o abbiano avuto senso. Alla fine ogni epoca ha le proprie suggestioni, i propri rituali, le proprie certezze. Compresa quella che stiamo vivendo

 Rauhallista juhannusta!!


venerdì 22 giugno 2012

Nähdä Napoli ja kuolla


Olimme Napolissa. Ikkunastamme näimme edessämme tuon meren lahdelman, josta niin paljon oli kuultu puhuttavan, jota oli siihen määrin kiitetty ja kehuttu, että pelkäsimme sen ei enää vaikuttavan. Mutta se kuitenkin vaikutti niin, että menimme mykiksi sitä silmäillessämme.
En osaa tehdä selkoa siitä, miksi se niin vaikutti. Eihän siinä ollut muuta kuin aava, päivänpaisteessa kimalteleva sininen ulappa. Eihän siinä ollut kuin muutamia suuria purjeita ja vähän useampia pieniä. Ja tuolla etäällä yksi ainoa saari, jonka jyrkät ääriviivat vain heikosti erotti vedestä kohoaviksi. Siinä kaikki, mihin sana voi turvautua ja saada pohjaa esitykselleen. Mutta se olisi liian vähän, ja sentähden kykenisi se vain kovin heikosti luomaan sitä mielentilaa, jonka tämä näköala synnyttää.
Maalari sen ehkä voisi tehdä, mutta vielä paremmin säveltäjä. Sillä se tunnelma, jonka Napolin lahdelma jättää mieleen, se on ennen kaikkea soitannollinen ja sen voi ainoastaan soinnuissa esittää.
(Minkä mitäkin Italiasta, Juhani Aho, 1921)


giovedì 21 giugno 2012

Assolutamente consentito


"EHDOTTOMASTI SALLITTU: Helsinkiläisten omien ja heidän lemmikkiensä jätösten toimittaminen puistoista, kaduilta, ja rantakallioilta jäteastioihin on kaupungin yleisen järjestyssäännön nojalla"
L'equivalente finlandese dell'espressione "severamente vietato" è "ehdottomasti kielletty". Il divieto di fumo diventa per esempio "tupakointi ehdottomasti kielletty".
Anche in Finlandia si sente dunque il bisogno di rafforzare il divieto con l'uso di un avverbio. In realtà non ho mai capito la differenza tra qualcosa vietata e severamente vietata.

Mi ha incuriosito invece un cartello formulato in maniera positiva ma che di fatto esprime un divieto.
Il "severamente vietato" diventa "assolutamente permesso/concesso" (ehdottomasti sallittu).
In altre parole nel cartello si fa presente che è assolutamente consentito rimuovere dalle strade, dai parchi, dalle scogliere i propri rifiuti e quelli dei propri animali e gettarli negli appositi cassonetti.

Un approccio originale simile a quello già segnalato in piccoli gesti.


lunedì 18 giugno 2012

La Casa della Musica che non c'è

Nei pressi della chiesa di Myyrmäki mi è capitato di notare una blocco di granito con una targa in metallo. Il masso giace in un anonimo spazio a pochi metri da un supermercato e da un parcheggio condominiale.
Sulla targa si legge che il masso rappresenta la prima pietra della Casa della Musica di Vantaa posata alla fine di settembre del 1982. Mi risulta però che a Vantaa non ci sia alcuna Casa della Musica.

Non conosco le ragioni che hanno portato all'abbandono del progetto iniziale, sempre che un tale progetto sia mai esistito. Tuttavia trovo singolare che la pietra e la targa siano state lasciate lì per quasi 30 anni.

Spesso in Italia si sente parlare di strutture costate somme ingenti e mai completate oppure terminate e mai aperte al pubblico. Incubi di cemento armato che infestano gli idilliaci paesaggi mediterranei.
A Vantaa si sono limitati solo a posare la prima pietra.





domenica 17 giugno 2012

Le staffette di Jukola

Ieri ho trascorso ad Hakunila (Vantaa) gran parte del pomeriggio. Una bella giornata di sole, rinfrescata da qualche nuvola nel tardo pomeriggio.
Si è disputata nei boschi di Hakunila l'annuale edizione della Jukolan viesti, una delle più famose gare di orientamento  (suunnistus in finlandese) dei paesi nordici.
Pare che quest'anno ci sia stato un numero record di iscritti. Hanno partecipato alla gara atleti professionisti e dilettanti da 24 paesi per un totale di circa 17000 partecipanti di ogni età.
Tra le squadre iscritte alla gara femminile ne ho notate almeno due italiane: una dal Veneto, l'altra da Bologna.

La staffetta femminile,chiamata Venlojen viesti (staffetta delle Venla), si tiene il sabato pomeriggio e vi partecipano quadre di quattro atlete. Quella maschile, Jukolan viesti (staffetta di Jukola), viene disputata in notturna da squadre di sette atleti.
Il nome delle due staffette deriva dal famoso romanzo I sette fratelli. Venla era il nome della figlia della vecchia del pineto di cui erano invaghiti i fratelli mentre Jukola era il luogo in cui abitavano. Sette i partecipanti alla staffetta maschile così some sette sono i fratelli protagonisti del romanzo.

Ieri pomeriggio ho avuto modo di assistere alla staffetta femminile. A parte l'area di partenza/arrivo, il percorso di gara non era ovviamente accessibile al pubblico.
Ho avuto modo di informarmi sulle regole dell'orientamento, disciplina sportiva di cui conoscevo solo il nome. Uno dei momenti topici è sicuramente la partenza. In particolare quella in notturna con la scia di luce, quasi un serpente che si sguscia via nel chiarore della notte estiva finlandese, creata da dalle luci sulla testa degli atleti in gara.

Innumerevoli erano le tende che ospitavano gli atleti, le loro famiglie e i semplici appassionati per l'intero fine settimana. Ho avuto l'impressione che tutto fosse organizzato nei minimi dettagli. Si respirava una allegra atmosfera di festa e, a differenza di altri grandi eventi estivi finlandesi, non ho notato persone che consumavano alcolici o visibilmente ubriache.

La gara femminile è stata vinta dalle norvegesi del Halden SK mentre quella notturna maschile dai finlandesi del Kalevan Rasti (di Joensuu).

Ecco alcune immagini scattate nel pomeriggio.
















domenica 3 giugno 2012

Il toro indovino e gli europei di calcio

Il polpo Paul può essere certamente considerato il pioniere degli animali indovini.
A pochi giorni dall'inizio dei campionati europei di calcio, due animali avranno l'onere di predire i risultati delle gare. Si tratta di un maiale ucraino (ancora senza nome) a Kiev e dell'elefantessa Citta a Cracovia.

Pare che anche in Finlandia non manchino animali dalle facoltà divinatorie. Helsingin Sanomat si è affidato al toro Ahti, degno rappresentate di razza kyyttö, autoctona della Finlandia orientale.
Davanti ad Ahti sono stati posti tre secchi etichettati con i segni 1, X e 2. I secchi contenevano la medesima quantità dei suoi cibi preferiti: avena, grano e pane, rigorosamente biologici.

Per ogni gara del primo turno, un 'notaio' prendeva nota del segno sul secchio da cui Ahti mangiava.
All'inizio sembrava che Ahti non fosse interessato tanto al cibo visto che aveva fatto già una abbondante colazione.
Non è stata una impresa facile ma sembra che alla fine Ahti sia riuscito a fornire tutti i risultati. Tra quelli su cui si è mostrato più deciso c'è la vittoria dell'Italia sull'Irlanda anche se alla fine sarà la Croazia ad arrivare in prima posizione con due vittorie e un pareggio.
Per quanto riguarda i pronostici sugli azzurri, Ahti ha predetto, oltre alla vittoria contro gli irlandesi, il pareggio contro le Furie Rosse (campioni in carica)  e la sconfitta contro i croati.

Riuscirà il toro Ahti ad eguagliare la fama e le capacità divinatorie del polpo Paul?

Trovate tutte le previsioni di Ahti e un video della sua esibizione in questo articolo. Alle previsioni di Ahti sono state aggiunti anche i pronostici del ministro della cultura dello sport finlandese e del selezionatore tecnico della nazionale.