sabato 27 luglio 2013

Due vecchi scorci cittadini




Vorrei segnalare due foto risalenti alla fine del 1800 in cui si vedono i panorami di due diverse cittadine che oggi fanno parte della Finlandia.
Un'immagine riguarda una cittadina che attualmente ha il nome di una regina svedese. L'altra invece prende il nome da un re svedese.
Se vi è capitato di visitare questi due paesi, dovrebbe essere relativamente semplice identificarle da alcuni dettagli presenti nelle immagini (insieme agli indizi sui rispettivi nomi).
Di quali cittadine si tratta?
Le immagini sono tratte dal libro  "Suomi kuvissa" di I. K. Inha del 1896.


giovedì 25 luglio 2013

Polene a Helsinki

Uno degli eventi principali dell'estate della capitale è stato The Tall Ships Races Helsinki con velieri provenienti da tutto il mondo.
La polena è una delle parti di una nave che ha sempre catturato la mia attenzione sia per il suo aspetto che per lo scopo apotropaico per cui veniva scolpita e dipinta.
Di seguito alcune polene dei velieri presenti ad Helsinki durante l'evento.





martedì 23 luglio 2013

Curiose tessiture rocciose


In tutto il mondo esistono circa duecento siti in cui è possibile osservare le curiose tessiture in figura. Poco meno della metà si trova in Finlandia. Uno di questi è il Parco nazionale di Nuuksio.
Per la foto ho dovuto usare la fotocamera cellulare visto che la batteria della mia macchina fotografica era completamente scarica.
Il quiz geologico del giorno è il seguente: come si chiamano le rocce che presentanto questa tessitura?


giovedì 18 luglio 2013

Bastoncini di segale al mirtillo



Durante una sosta in autostrada ho acquistato una confezione dei 'Kaesan mustikkatikut' un prodotto da forno del panificio di Kaesan Kotileipomo di Kuhmo.
Oltre agli ingredienti mi ha incuriosito la descrizione del prodotto. Sulla confezione si legge che i bastoncini hanno un gusto leggermente dolce e sono preparati da lievito madre (hapanjuuri ??). Sono croccanti e leggeri, adatti per essere serviti insieme al pane, al caffè, come accompagnamento per i dolci oppure per degli stuzzichini serali. Particolarmente consigliati come spuntino per gli automobilisti.

Nella lista degli ingredienti si trovano per esempio farina integrale si segale, mirtilli secchi, crusca di segale, burro senza lattosio, lievito.

A me i bastoncini sono piaciuti e quindi ho pensato di dare un'occhiata agli altri prodotti del panificio. Immagino che i puolukkatikut (bastoncini di segale al mirtillo rosso) e i ruistikut (bastoncini di segale) siano molto simili a quelli al mirtillo. Non molte informazioni sono fornite sui pettupuikot che, almeno nel nome, ricordano il pettuleipä.
In vendita ci sono anche i rönttönen un tortino tipico della regione di Kainuu, unico prodotto finlandese ad aver ottenuto la certificazione IGP.

Visto la recensione non richiesta, chissà che un giorno non riceva un campione gratuito di prodotti del panificio.

Terveiset Kaesalle! Tämä on ihan ilmainen mainos, mutta mahdollisia tuotelahjoja otetaan kyllä vastaan! ;-)


mercoledì 17 luglio 2013

La diciottesima buca


Un sport estivo (probabilmente di origine canadese) per un semplice quiz estivo. In Finlandia pare ci siano poco più di trecento piste per cimentarsi in questo sport.
Di quale sport di tratta? Avete mai provato a giocarci?


martedì 16 luglio 2013

I dieci migliori romanzi finlandesi degli anni 2000

Estate tempo di letture. Ho pensato di segnalare i risultati di un sondaggio in rete sui migliori romanzi finlandesi di questi ultimi quattordici anni.
Un paio di mesi fa Helsingin Sanomat aveva chiesto ai lettori di elencare i migliori romanzi finlandesi pubblicati negli anni 2000, motivandone la scelta con una breve riflessione e un massimo di 5 preferenze.
La scelta dei 16 critici letterari è ricaduta sui libri elencati in questa lista, libri che hanno ricevuto almeno due preferenze.

HS sta pubblicando a cadenza settimanale i 10 libri più votati dai lettori. Ad oggi sono stati resi noti solo le ultime sette posizioni. Aggiornerò questa segnalazione con i restanti libri man mano che saranno svelati dal giornale.

 1) Puhdistus - Sofi Oksanen (2008) #
 2) Is - Ulla-Lena Lundberg (2012) ##
 3) Där vi en gång gått - Kjell Westö (2006)  ##
 4) Ihmisen osa - Kari Hotakainen (2009) #
 5) Hytti nro 6 - Rosa Liksom (2011) #
 6) Juoksuhaudantie - Kari Hotakainen (2002) #
 7) Kätilö - Katja Kettu (2011)
 8) Ennen päivänlaskua ei voi - Johanna Sinisalo (2000)
 9) Uuni - Antti Hyry (2009)
10) Nälkävuosi - Aki Ollikainen (2012)


Credo di aver indovinato almeno uno dei primi tre. Dei dieci romanzi ho letto solo Juoksuhaudantie (versione italiana) che avevo già segnalato tempo fa in questo spazio.
Avete letto qualcuno di questi romanzi in finlandese o in italiano?



# i seguenti libri sono stati tradotti anche in italiano
1) La purga (2010) trad. dal finlandese di Nicola Rainò
4) Un pezzo d'uomo (2012)  trad. dal finlandese di Nicola Rainò
5) Scompartimento n.6 (2014) trad. dal finlandese di Delfina Sessa  
6) Via della Trincea (2009)  trad. dal finlandese di Nicola Rainò


## i seguenti libri sono stati tradotti in finlandese dallo svedese
2) Jää (2012) trad. dallo svedese al finlandese di Leena Vallisaari
3) Missä kuljimme kerran (2006) trad. dallo svedese al finlandese di Katriina Savolainen



domenica 7 luglio 2013

Di biciclette e idiomatiche pedalate

Probabilmente non sono poche le persone che si sono sentite dire almeno una volta nella vita: “Hai voluto la bicicletta? Adesso pedala!”*.

In finlandese l'espressione che più si avvicina è “niin makaa kuin petaa”. Mi sembra che sia il calco dell'inglese “as you make your bed, so you must lie in it”.
In realtà sia la versione finlandese che quella inglese mi sembra siano leggermente diverse da quella italiana.
Quando si va in bicicletta solitamente le salite si alternano alle discese e ai tratti pianeggianti quindi non sempre le pedalate risultano faticose e impegnative. O almeno così ci si augura.

L'origine di questo pensiero un po' sconclusionato risiede nella scelta del mezzo di locomozione da parte di una coppia di sposi all'uscita dalla chiesa di Suomenlinna. Una scelta ecologica ... forse. Una metafora (inconsciamente?) indovinata.


* tradotta letteralmente in finlandese sarebbe "Halusitko polkupyörän? Joten ala polkea!" 

sabato 6 luglio 2013

La sauna a legna più grande del mondo



La sauna alimentata a legna più grande del mondo si trova a Suomenlinna. Si tratta della sauna della Merisotakoulu, una scuola della Marina Militare finlandese.
Viene alimentata con ceppi di un metro di lunghezza. la sua superficie è di 65 metri quadri è può accogliere fino ad 100 persone.
Nel 2009 nella stessa sauna è stato stabilito un primato mondiale curioso: studenti di 76 nazionalità diverse hanno fatto sauna insieme. Non saprei dire se il record sia stato battuto o meno.


venerdì 5 luglio 2013

Dolci dedicati ad artisti finlandesi

I più conosciuti sono certamente i buonissimi runebergintorttu. Il poeta nazionale finlandese non è il solo ad avere il suo nome in questa ideale galleria di dolci d'artista.

In una caffetteria di Porvoo è possibile gustare il dolce di Albert Edelfelt ammirando il paeasaggio immortalato nella sua opera "Porvoo Linnanmäeltä nähtynä".  Il dolce è stato creato nel 2004 in occasione dei festeggiamenti per i 150 anni dalla nascita del pittore. Tra gli ingredienti principali si trovano marmellata di fragola, marmellata di rarbarbaro e crema di vaniglia. La scelta degli ingredienti non è casuale ma è stata ricavata dalle lettura della corrispondenza di Edelfelt con sua madre.

Il dolce di Sibelius si può assaggiare in un caffetteria di Hämeenlinna che si trova nello stesso quartiere dove sorge la casa natale del famoso compositore finlandese. La base di marzapane, creata sui gusti del compositore, contiene caffè, cognac e cioccolato. Come decorazione una elegante chiave musicale. Creato nel 1986 il dolce si può  assaggiare in una pasticceria di Lahti e Hämeenlinna e a Helsinki (Suomen Kansallisooppera e Finlandia-talo).

Alla pittrice Helene Schjerfbeck è dedicato un dolce al cioccolato creato alla fine del 2008 e che si può gustare a Tammisaari, cittadina dove l'artista ha vissuto e dipinto molto delle sue opere.
Il dolce è ripieno di mirtilli rossi dolci, crema alle mandorle e rum. E infine ricoperto di cacao e decorato con piccola tegola di cioccolato bianco sul quale compaiono le lettere HS fima dell'artista.

A partire dal  2011, per i 150 anni dalla nascita, a Iisalmi si può assaggiare il dolce di Juhani Aho. Allo scrittore finlandese pare piacessero molto il camemoro, una bacca artica gialla, e il gelato alla vaniglia. Per questo motivo tra gli ingredienti del dolce ci sono meringa, vaniglia e crema al camemoro. Il tutto ricoperto di cioccolato bianco e decorato con dei piccoli pezzi di cioccolato.
Trovate qui un'immagine del dolce e la ricetta (in finlandese).
Non so a voi ma me è venuta l'acquolina in bocca oppure, come si direbbe in finlandese, "vesi kielelle".

Aggiornamento 6.7.2013
Aggiorno la segnalazione con altri dolci dedicati ad artisti finlandesi.
Tra gli ingredienti principali del dolce dedicato allo scrittore Kalle Päätalo si trovano segale, mirtillo rosso e terva. Ricoperto di cioccolato bianco e decorato con una lamina circolare di cioccolato sul quale ci sono una penna e un libro aperto. Una striscia di marzapane azzurro ricorda il fiume l'Iijoki.
La serie Iijoki di Päätalo consiste di 26 romanzi e rappresenta una delle più lunghe opere autobiografiche mai scritti.
Il dolce di Minna Canth è basato su crema di burro al rum, crema alla vaniglia e marmellata di lamponi. Per la copertura è usata della glassa di zucchero.




Fonti: Monella taiteilijalla on oma leivos, Lastuja kirjoissa ja leivoksen päällä


giovedì 4 luglio 2013

Versi urbani

Curioso come delle immagini di insegne ed esercizi pubblici catturate in maniera casuale durante una breve passeggiata nel centro di Helsinki possano alla fine combinarsi per creare una sorta di poesia urbana, un messaggio in lingua italiana. 
 





AMA
Come Prima
LIBERA
"Andiamo a vivere!"


lunedì 1 luglio 2013

Le marmitte dei Giganti



Passeggiando per Seurasaari potreste imbattervi, oltre che in socievoli scoiattoli, anche in una marmitta del gigante.
Simili fenomeni geologici, sia a gruppi che singoli, sono presenti in circa trenta siti a Helsinki. Molti di questi però sono stati distrutti da lavori di costruzione.
La marmitta di Seurasaari ha una forma circolare. Si tratta di un monumento naturale protetto risalente alla fine dell'era glaciale. 
Durante il ritiro dei ghiacchi, le acque formarono una corrente molto forte trascinando pietre e detriti. A causa del moto turbolento i ciottoli cominciarono a scavare delle cavità, dei pozzi ben levigati nella roccia tanto profonde quanto più forte era la corrente. Esaurita la spinta della corrente i ciottoli rimasero sul fondo della cavità.
Per la loro forma, le marmitte dei giganti sono anche note come "calderone del gigante" (in inglese Giant's kettle, giant's cauldron o pothole). In lingua finlandese invece si usa il termine hiidenkirnu, la zangola di hiisi. Nella mitologia finnica hiisi è un demone delle foreste.
Gli antichi finlandesi credevano che fossero opera di spiriti o giganti che avrebbero depositato in strani luoghi i macigni da cui hanno avuto origine le marmitte.
Anche in Italia non mancano le leggende sull'argomento. Per esempio in Valle d'Aosta le marmitte dei giganti di Bard sono chiamate "Olles des Sarasins".