domenica 15 dicembre 2013

La vetrina natalizia di Stockmann

Avrei potuto titolare questa segnalazione con "La vetrina di Stocka" ma mi sono reso conto che forse non suonerebbe tanto bene. Stocka è il nome con cui sono chiamati i grandi magazzini Stockmann, presente nelle maggiori città finlandesi.
La vetrina natalizia di Stockmann è la più attesa e ammirata dai bambini della capitale. Non saprei se l'allestimento della vetrina sia simile anche in altre città finlandesi.



sabato 7 dicembre 2013

Del figlio del vento e di altri nomi

In curiosità onomastiche finlandesi avevo segnalato alcuni dei nomi propri curiosi che non erano stati accettati o rifiutati dall'anagrafe finlandese.
Anche quest'anno IL ha pubblicato alcuni dei nomi più bizzarri partoriti dalla mente dei novelli genitori.
Tra i nomi maschili accettati ci sono Mithras, Aeneas, Avelito, Tuulenpoika (figlio del vento),  Esaiah, Taurian, Jofur, Metsänpoika (figlio del bosco), Kielo (mughetto), Dalai, Oitto, Kuunkivi (pietra lunare) e Simmu. Quest'ultimo mi risulta che significhi 'occhio' nel linguaggio dei bambini.
Sono stati invece rifiutati i nomi Rayzon, Curro, Occo, Pääsky (rondine), Mortem. Il nome Occo pare non sia stato accettato per ambiguità di pronuncia. Pääsky invece non è sembrato un nome chiaramente maschile. Il motivo del rifiuto del nome Mortem non dovrebbe sorprendere gli italofoni.

Tra i nomi femminili accettati ci sono Veanna, Raparperi (rabarbaro), Belladonna (belladonna), Leedsia, Arien, Gleia, Aiya, Pommiina.
A me Pommiina suona molto come ricorda pommi (bomba) però non saprei dire se sia lo stesso anche per un finlandese.
Non è invece stato accettato il nome Eevaingrid: violerebbe le regole grammaticali finlandesi.


venerdì 6 dicembre 2013

Riconoscimento dell'autonomia


"Il presidente del Senato finlandese ha trasmesso al Governo francese e agli altri Governi alleati una dichiarazione della quale ecco il sunto.
La Dieta finlandese basandosi sull'art. 38 della legge fondamentale del 1772 ha deciso di assumere il potere sovrano e in conformità di ciò ha designato un Senato esecutivo.
In virtù di tale decisione il capo del Governo finlandese ha presentato alla Dieta un progetto di legge costituzionale che istituisce in Finlandia una repubblica indipendente. Riferendosi ai principi proclamati dalle Potenze circa il diritto di tutti i popoli di disporre delle loro sorti, il presidente del Senato dichiara solennemente a nome del Governo finlandese che il popolo della Finlandia ha il diritto e il dovere di assumere nelle sue mani i suoi destini e sollecitare dalle Potenze estere il riconoscimento della sua indipendenza. La Russia non ha più Governo: i suoi rappresentanti avendo cessato di esercitare le loro funzioni in Finlandia, nessuna autorità russa legale vi sussiste più. L'anarchia russa costringe il popolo finlandese a sciogliersi fino da questo momento da qualsiasi dipendenza verso la Russia. Infine una carestia imminente minaccia la Finlandia.
Il Senato finlandese basandosi sulle generose dichiarazioni del Governo francese sul diritto dei piccoli popoli alla sovranità nazionale, chiede rispettosamente che il Governo della Repubblica francese voglia riconoscere la Repubblica finlandese e autorizzare l'invio di una Delegazione a Parigi."

tratto da "La Stampa" 11.12.1917


In Finlandia si celebra oggi 6 dicembre la Festa dell'Indipendenza. Buon compleanno Finlandia!!
Hyvää itsenäisyyspäivää!

martedì 3 dicembre 2013

Nuori Suomi, gli album natalizi

Vorrei segnalare una paio di copertine degli album natalizi del quotidiano Päivälehti. Pubblicato in Finlandia dal 1889 fino al 1904, quando venne chiuso in seguito alla censura zarista. A distanza di pochi giorni dalla chiusura del giornale, la redazione fondò Helsingin Sanomat, oggi il più diffuso quotidiano finlandese.
Al giornale contribuirono alcuni dei più importanti politici e artisti finlandesi del tempo.
Molte copertine e illustrazioni dei Nuori Suomi, gli annuali album natalizi del Päivälehti, sono state realizzate da pittori entrati nella storia artistica e culturale finlandese.
La prima copertina è stata realizzata da Akseli Gallen-Kallela (1894), l'altra da Väinö Blomstedt (1895).
Mi sembra che nella copertina sia rappresentato un famoso personaggio del Kalevala.
Di chi si tratta? 





domenica 1 dicembre 2013

Come una banderuola


Anche in finlandese la parola composta tuuliviiri (tuuli = vento , viiri = stendardo, pennone, vessillo)  ha lo stesso significato, figurato e non, di banderuola. Essere (come) una banderuola (olla kuin tuuliviiri) è sinonimo di una persona influenzabile, volubile che cambia spesso idea così come una banderuola cambia direzione secondo il vento.

Tra gli animali più presenti nelle banderuole troviamo i galli, specialmente nei secoli scorsi. Non mancano però esempi moderni di banderuole realizzate probabilmente a scopo decorativo.
Diversi esempi da tutto il mondo si trovano qui e qui.
Ho pensato di unire tradizione e tempi moderni in un'unica immagine in cui il protagonista è uno degli abitanti più comuni e simpatici dei boschi finlandesi.